Ai fini della richiesta di risarcimento dei danni avanzata al Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada, non è necessario proporre la querela o la denuncia del sinistro all’autorità di polizia. A stabilirlo è la sentenza n. 464 del 04.04.2017 emessa dal Tribunale di Cassino. Secondo l’assunto del giudice di merito, la richiesta di risarcimento dei danni, cagionati da un sinistro stradale con un veicolo non identificato, può essere legittimamente proposta al Fondo di Garanzia indipendentemente dalla presentazione della specifica querela/denuncia alla competente autorità di polizia. L’omessa presentazione della denuncia dell’accaduto all’autorità inquirente, difatti, non è sufficiente di per sé a rigettare la domanda di ristoro per i danni occorsi avanzata alla compagnia designata dal Fondo; parimenti, la proposizione della denuncia contro ignoti non vale a provare l’accadimento del sinistro. Entrambe le circostanze, al contrario, possono essere considerate indizi dell’avveramento dell’incidente, senza tuttavia alcuna forma di automatismo, ma lasciando libero il giudice di valutare le medesime, (in senso conforme, Cass. n. 20066/2013).