Telefono

3296013476

  • L’Autorità Garante per la libera concorrenza ha il compito, tra l’altro, di sanzionare tutte quelle imprese che, costituendo un “cartello”, minano, ledono e limitano il principio della libera concorrenza. Qualora tale fattispecie dovesse rappresentarsi, il singolo consumatore ha pienamente diritto ad essere risarcito per il danno subito: al fine del raggiungimento di detto scopo, il […]

  • Il D. Lgs. 28 del 2015 ha introdotto una causa di esclusione della punibilità per i reati minori, ossia per quelli che determinano una debole lesione dei valori tutelati dal vigente diritto penale italiano. La nuova causa di esclusione della punibilità è pertanto prevista dall’art. 131-bis c.p., il quale recita: “Nei reati per i quali […]

  • La Suprema Corte di Cassazione, con la sent. 12967 del 2015, ha sancito la responsabilità penale ex art. 659 c.p. del titolare di un esercizio commerciale nell’ipotesi in cui i propri clienti siano eccessivamente rumorosi ed arrechino disturbo al riposo dei vicini. In casi del genere, pertanto, il gestore del locale pubblico ha il dovere, […]

  • L’art. 589 c.p., relativo al delitto di omicidio colposo, prevede altresì l’aggravante della guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope. Orbene, tale ipotesi di aggravante non può essere dedotta in via presuntiva, ma, al contrario, va sempre verificata e dimostrata attraverso esami clinici e/o valutazioni delle condizioni psico-fisiche del guidatore al momento del fatto. […]

  • La sottile linea che demarcava fino a poco tempo fa l’ambito del diritto di critica da quello penalistico del reato di diffamazione, è stata potenziata e rafforzata da una recente decisione della Suprema Corte di Cassazione. Gli Ermellini, difatti, ribadendo un orientamento già ben consolidato, (ex plurimis, sent. 2257/2006, nonché la sent. 4325/2010), hanno statuito […]

  • La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza 6971/2015, ha sancito la nullità dell’accertamento fiscale, basato su studi di settore, se l’ufficio accertatore non prende in considerazione la difesa del contribuente. La decisione riguarda il caso di un professionista che, a seguito di un accertamento effettuato nei suoi confronti sulla base di parametri standardizzati, ha […]

  • Buone notizie per i lavoratori che fruiscono dei buoni pasto. La Suprema Corte di Cassazione, con la sent. 22702 del 24/10/2014, confermando la decisione del giudice di merito, ha ribadito che i buoni pasto spettano ad ogni modo ai lavoratori, senza che rilevino alcuni fatti apparentemente ostativi. Difatti, secondo gli Ermellini, i buoni pasto sono […]

  • Una notizia molto importante per i tanti contribuenti italiani alle prese con problemi di natura fiscale. La Corte Costituzionale, con la sentenza 37/2015, ha statuito l’illegittimità degli atti emessi dall’Agenzia delle Entrate e delle cartelle di Equitalia firmati e trasmessi da funzionari pubblici “di fiducia”. Più precisamente, la Consulta, sollecitata da un’ordinanza emessa dal Consiglio […]

  • In relazione all’invio, da parte di Equitalia, di cartelle esattoriali mediante raccomandate A/R, la Suprema Corte di Cassazione (sent. 2625/2015), ha stabilito un importante principio. E’ difatti onere della stessa società di riscossione dimostrare il contenuto dei plichi inviati ai contribuenti attraverso il mezzo postale. Nel caso de quo, un cittadino, al quale Equitalia aveva […]

  • In merito alla diminuzione dell’assegno di mantenimento, non incide soltanto il parametro del tenore di vita goduto dal coniuge in costanza di matrimonio. A stabilirlo è la Corte Costituzionale con la sentenza nr. 11 dell’11/02/2015. La Consulta, intervenuta in materia a seguito della sollevazione di una questione di illegittimità costituzionale da parte del Tribunale di […]

1 6 7 8 9 10