Telefono

3296013476

  • Non spetta alcun mantenimento alla moglie, che decide di rifiutare lavori definibili “umili”. E’ ciò che ha statuito la Suprema Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 5932/2021, la quale è intervenuta in un giudizio tra due coniugi in tema di separazione e di concessione dell’assegno di mantenimento. Nella vicenda, la Corte d’Appello aveva assegnato alla […]

  • La S.C. di Cassazione pone fine ai dubbi interpretativi sollevati in tema di applicazione degli articoli 570 e 570-bis c.p., relativi alla violazione degli obblighi di mantenimento derivanti da separazione o da divorzio. Secondo la recente sentenza n. 33165/2020, che conferma l’indirizzo già delineato dalle SS.UU. nel 2013, le pene della multa e della reclusione […]

  • I genitori che non osservano l’obbligo di far frequentare ai propri figli la scuola media inferiore, non sono passibili di alcuna sanzione: a stabilirlo è la sentenza n. 23488/2020 emessa dalla Sezione III Penale della S.C. di Cassazione, (dep. 03 Agosto 2020). La vicenda riguarda una madre, condannata in primo grado dal Giudice di Pace […]

  • Il ricorso avente ad oggetto i punti decurtati sulla patente deve essere indirizzato al Giudice di Pace. È ciò che ha decretato il Consiglio di Stato con la sent. n. 176/2020. La decisione è stata presa a seguito del ricorso presentato dal MIT contro una sentenza emessa, in primo grado, dal TAR del Veneto. Un […]

  • La giurisprudenza ha posto un ulteriore tassello a favore dell’abbandono, nel determinare l’assegno divorzile, del tenore di vita. Lo stabilisce la S.C. di Cassazione con l’ordinanza n. 24934/2019. Gli Ermellini, difatti, hanno ribaltato la sentenza con la quale un professionista era stato condannato a pagare, in favore della ex coniuge, un assegno di importo rilevante, […]

  • L’annosa questione circa l’addebito della colpa in tema di separazione, si arricchisce di un altro utile tassello. La S.C. di Cassazione, sez. VI, con l’ordinanza n. 14591/2019, ha difatti statuito che l’infedeltà e l’abbandono del tetto coniugale determinano l’addebito, solo se il partner riesce a dimostrare che le condotte abbiano determinato la crisi della coppia. […]

  • L’ordinanza n. 611/2019 della S.C. di Cassazione, Sezione Lavoro, ha stabilito che il licenziamento perpetrato a carico di un dipendente reo di condotte aggressive, è del tutto legittimo e scevro di vizi. Nel caso specifico, un dipendente, licenziato per aver dato luogo a comportamenti scorretti, aggressivi ed insofferenti verso i colleghi ed i superiori, aveva […]

  • Falsificare un assegno recante la dicitura “non trasferibile”, non costituisce più reato: è ciò che in sostanza hanno stabilito le SS.UU. della  S.C. di Cassazione con la sentenza n. 40256/2018. La decisione si allinea con la previsione legislativa del 2016 in tema di depenalizzazione, (decreti legislativi 7 e 8 del 2016). L’eventuale falsificazione di un […]

  • In tema di multe elevate con l’autovelox, c’e’ un’importante novità. Il G.d.P. di Milano, con la sentenza n. 5214/2018, ha statuito che, se l’amministrazione chiamata in causa per l’impugnazione di multe elevate con l’autovelox, non si prensenta in giudizio, rischia l’annullamento dei verbali notificati. Nel caso de quo, un automobilista citava in giudizio il Comune […]

  • Dal 09 Maggio u.s. è entrato in vigore il D. Lgs. n. 36/2018, che ha modificato la procedibilità di alcuni reati contro la persona e contro il patrimonio. Il Legislatore ha difatti previsto la procedibilità mediante querela per diversi reati che si caratterizzano per un modesto valore offensivo. In linea generale, per le fattispecie criminose […]

1 2 3 10